Tag: siae


“Diritti e doveri nella musica dell’era digitale”, Perugia, sabato 25 marzo 2017

By Deborah De Angelis,

““Diritti e doveri nella musica dell’era digitale” è il tema dell’incontro organizzato dall’Associazione St.Art, con il patrocinio del Comune di Perugia e della Siae.
L’incontro si terrà a Perugia, sabato 25 marzo p.v., dalle 15.00 alle 18.00, presso il Museo Civico di Palazzo della Penna.
Con la partecipazione di A-DJ, Recreative12 Scuola di Musica Elettronica e la Consulta degli Studenti del Conservatorio Morlacchi di Perugia e Siae.
Un confronto culturale tra diverse figure professionali del mondo musicale e discografico, per tracciare le linee guida volte alla valorizzazione dei creatori, la comprensione e il rispetto delle normative di settore, attraverso l’insegnamento e l’associazionismo.

 

diritti e doveri def

La nuova licenza Siae per le copie lavoro del DJ

By federi picc,

Cari Associati,
vi scrivo per aggiornarvi sullo stato della licenza Siae per le copie lavoro del DJ.
Le associazioni di categoria, infatti, hanno da poco sottoscritto la nuova licenza Siae che ha delle novità positive per la categoria, rispetto a quella precedente.
In particolare, la nuova licenza prevede due sole fasce tariffarie: la prima,  fino max n. 2500 copie lavoro (precedentemente era invece fino a max 2000) per un compenso non aumentato di 200 Euro; la seconda da n. 2501 a 6000 copie lavoro, per  un compenso pari ad Euro 400. Per le licenze che richiedano un numero di copie lavoro superiore alle 6000, gli uffici Siae, con la collaborazione delle associazioni di categoria, provvederanno a stabilire condizioni particolari e specifiche, sulla base delle esigenze segnalate dal richiedente e nel rispetto dei principi tariffari predefiniti per le due fasce standard.
La nuova licenza sarà implementata a partire dal 1° gennaio 2015 sia per le nuove richieste, che per i contratti di licenza già in essere, che avranno scadenza successivamente al 31 dicembre 2014.
Particolare importanza ha il procedimento di caricamento delle copie lavoro sul portale della Siae. Ai sensi della nuova licenza, questa si intende perfezionata all’atto della corresponsione del compenso ma sarà efficace, e cioè sarà possibile materialmente stampare la licenza, solo se il DJ avrà dichiarato almeno 100 copie lavoro.
Restiamo a vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento e proposta che vorrete sollecitarci.

Cari Associati,
vi scrivo per aggiornarvi sullo stato della licenza Siae per le copie lavoro del DJ.
Le associazioni di categoria, infatti, hanno da poco sottoscritto la nuova licenza Siae che ha delle novità positive per la categoria, rispetto a quella precedente.
In particolare, la nuova licenza prevede due sole fasce tariffarie: la prima,  fino max n. 2500 copie lavoro (precedentemente era invece fino a max 2000) per un compenso non aumentato di 200 Euro; la seconda da n. 2501 a 6000 copie lavoro, per  un compenso pari ad Euro 400. Per le licenze che richiedano un numero di copie lavoro superiore alle 6000, gli uffici Siae, con la collaborazione delle associazioni di categoria, provvederanno a stabilire condizioni particolari e specifiche, sulla base delle esigenze segnalate dal richiedente e nel rispetto dei principi tariffari predefiniti per le due fasce standard.
La nuova licenza sarà implementata a partire dal 1° gennaio 2015 sia per le nuove richieste, che per i contratti di licenza già in essere, che avranno scadenza successivamente al 31 dicembre 2014.
Particolare importanza ha il procedimento di caricamento delle copie lavoro sul portale della Siae. Ai sensi della nuova licenza, questa si intende perfezionata all’atto della corresponsione del compenso ma sarà efficace, e cioè sarà possibile materialmente stampare la licenza, solo se il DJ avrà dichiarato almeno 100 copie lavoro.
Restiamo a vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento e proposta che vorrete sollecitarci.

LA GEMA ADOTTA LA LICENZA DJLA GEMA ADOTTA LA LICENZA DJ

By federi picc,

Dopo 5 anni dalla messa a punto della licenza copie lavoro del Dj da parte della SIAE, anche la consorella tedesca GEMA ha annunciato ieri, con un comunicato stampa, il lancio della medesima licenza, le cui tariffe entreranno in vigore il prossimo mese.

Dalle notizie sinora divulgate, il costo della licenza è pari a € 125,00 per l’intero repertorio; il costo, invece, per ogni singolo file oggetto di copia lavoro è pari al € 0,13.

Anche lo schema negoziale sembra essere sostanzialmente lo stesso di quello italiano, il compenso è dovuto non ai fini della riproduzione del back up, bensì per l’utilizzo del repertorio in pubblico.

I membri dell’Associazione Nazionale di organizzatori di eventi musicali (BVMV) e l’Associazione Professionale di Disc Jockey (AAD) che hanno concluso l’accordo generale con la GEMA avranno uno sconto del 20% sulla tariffa.

http://de-bug.de/musik/10423.htmlDopo 5 anni dalla messa a punto della licenza copie lavoro del Dj da parte della SIAE, anche la consorella tedesca GEMA ha annunciato ieri, con un comunicato stampa, il lancio della medesima licenza, le cui tariffe entreranno in vigore il prossimo mese.

Dalle notizie sinora divulgate, il costo della licenza è pari a € 125,00 per l’intero repertorio; il costo, invece, per ogni singolo file oggetto di copia lavoro è pari al € 0,13.

Anche lo schema negoziale sembra essere sostanzialmente lo stesso di quello italiano, il compenso è dovuto non ai fini della riproduzione del back up, bensì per l’utilizzo del repertorio in pubblico.

I membri dell’Associazione Nazionale di organizzatori di eventi musicali (BVMV) e l’Associazione Professionale di Disc Jockey (AAD) che hanno concluso l’accordo generale con la GEMA avranno uno sconto del 20% sulla tariffa.

http://de-bug.de/musik/10423.html