Tag: avv. Deborah De Angelis


NUOVA RIUNIONE IN SIAE DEL COMITATO PARITETICO: TAVOLO TECNICO DI AGGIORNAMENTO DELLA LICENZA DJ

By A-DJ,

Si è tenuta, in data 23 maggio u.s., negli uffici della SIAE, la riunione del Comitato paritetico per il rinnovo della licenza DJ copie lavoro, sollecitata dalle Associazioni di categoria a seguito della esigenza nata dalla evoluzione tecnologica intercorsa negli ultimi dieci anni di vigenza della licenza stessa.

Hanno partecipato al tavolo tecnico dirigenti e funzionari della SIAE, nonché la delegazione delle Associazioni di categoria più rappresentative: A-DJ, AID, ASSODJ e ANPAD.

La delegazione SIAE ha aperto la discussione ricordando che, durante l’ultima riunione, tenutasi in data 6 marzo u.s., si era discusso del ruolo del DJ e dell’importanza di tale categoria, nonché sul rilevante ruolo delle Associazioni, riconosciuto e confermato anche dal Presidente SIAE, Filippo Sugar.

Si è ricordato, inoltre, l’argomento principale oggetto di discussione, ossia la necessità avanzata dalle Associazioni, dell’adeguamento della licenza DJ al contesto tecnologico attuale, da cui è emersa la centralità di tematiche, quali, la definizione di “file originale digitale”. Argomento quest’ultimo dirimente ai fini dell’esatta applicazione della licenza DJ. Su tale questione, la SIAE ha proposto che, in caso di controllo, la prova da parte del DJ di eseguire file musicali digitali originali (e quindi della non necessità di richiedere la licenza copie lavoro) potrà essere fornita attraverso l’esibizione della fattura di acquisto di ogni brano musicale (allo stesso personalmente intestata) che riporti come data di emissione la stessa data di creazione del file musicale che si sta utilizzando.

Alla luce delle predette questioni, la SIAE, in linea con gli impegni assunti con la delegazione delle Associazioni durante il precedente incontro, ha riferito di aver verificato i presupposti della analoga licenza DJ negli altri paesi europei.

In particolare, secondo la documentazione riscontrata dalla SIAE sui siti delle Società di gestione collettiva GEMA (Germania), MCPS/PRS (Inghilterra) e SABAM (Belgio), è emerso che l’impianto e i presupposti della licenza sembrano essere gli stessi di quelli adottati in Italia dalla SIAE, con qualche differenza sui prezzi, l’utilizzo delle copie lavoro e talvolta sulla possibilità di prevedere un’unica licenza sia per diritti d’autore che per i diritti connessi (c.d. one stop shop).

Le Associazioni, altrettanto informate sulla situazione estera, hanno proposto di approfondire la presente tematica, in quanto, da informazioni acquisite, risulta loro che le licenze stesse siano desuete.

A seguito del benchmark e di un’analisi delle statistiche, la SIAE ritiene che l’attuale impianto di licenza sia valido e che l’esigenza primaria sia quindi quella di definire l’ambito di utilizzo del file digitale originale che non costituisce una copia lavoro.

Inoltre, per ciò che attiene i diritti connessi, le Associazioni sono state informate dell’avanzamento delle trattative tra SIAE e SCF, nonchè dello sviluppo di un nuovo applicativo che permetterà ai DJ di poter acquistare, sulla base di una libera scelta, entrambe le licenze, facilitando anche l’inserimento delle copie lavoro.

La delegazione SIAE si è, pertanto, impegnata ad elaborare una nuova bozza di contratto di licenza da sottoporre alle Associazioni al prossimo incontro, con l’obiettivo, da un lato, di mantenere l’attuale impianto, dall’altro, di prevedere la definizione di “file originale digitale”, nonchè di “copia digitale”, con l’intento di  agevolare l’erogazione della licenza per i DJ, così come lo svolgimento dei controlli.

Pertanto, alla luce delle tematiche affrontate durante l’ultima riunione, le Associazioni, sono in attesa dell’invio della bozza di licenza DJ da parte della SIAE, al fine di fornire consigli, chiarimenti e opinioni, garantendo che siano onorate le esigenze e diritti dei DJ che operano nel rispetto della legalità. Nondimeno, il lavoro delle Associazioni persevererà nell’attività volta al riconoscimento legislativo del ruolo del DJ, quale artista in campo musicale, promuovendo a tal fine azioni a livello politico.

AGGIORNAMENTO ATTIVITA’ A-DJ SULLA LICENZA DJ COPIE LAVORO SIAE

By A-DJ,

Cari Associati,

domani mercoledì 23 maggio 2018, alle ore 11.00, presso la sede della Direzione Generale della SIAE, si riuniranno  le associazioni di categoria dei DJ per discutere delle proposte di modifica della licenza copie -lavoro, da tempo sollecitate.

Vi terremo aggiornati sugli esiti del tavolo di lavoro e, con l’occasione, condividiamo, di seguito, il testo dell’intervento, quanto mai attuale, inviato dall’Avv. Deborah De Angelis, Presidente A-DJ, alla Convention nazionale DJ (http://www.conventiondeejay.it), tenutasi a Rimini in data 29 aprile u.s.

******************************************************************************************

Cari DJ,

 

mi dispiace di non avere la possibilità di essere lì con voi oggi.

Tramite questo scritto vi invio un messaggio di saluto.

 

Ringrazio l’organizzazione per l’invito e Mario Di Gioia, per la costante collaborazione professionale e per la cortesia di leggermi in questa occasione.

Ringrazio, inoltre, i DJ, oggi, lì presenti.

 

Si ha sempre più il bisogno di una forte coesione della categoria per sostenere l’attività delle associazioni, che da ormai 10 anni, svolgono sul territorio la funzione di tutela e promozione.

In questo momento storico di forte congiuntura, è necessario essere uniti per il raggiungimento della nostra causa comune, ossia: il riconoscimento da parte del nostro ordinamento giuridico della qualifica di artista esecutore al DJ.

Ciò implica il riconoscimento a favore dei DJ di una serie di diritti idonei a garantire il regolare e pacifico svolgimento della professione, superando ogni dubbio interpretativo, ad esempio, sulle questioni relative alla legittimità dell’esecuzione in pubblico di musica digitale direttamente dal file originale o da una sua copia; alla definizione di file digitale originale e al diritto di esclusiva sul DJ set, per citarne alcune.

Le istanze che le associazioni promuovono sono dirette proprio a tale fine, sosteneteci con la vostra attiva partecipazione.

Vi auguro buon lavoro!

Avv. Deborah De Angelis

Presidente A-DJ